Ancora sul problema del “Filmato interrotto automaticamente”

Aggiornamento 2020

Abbiamo già parlato del problema dell’interruzione della registrazione di video HD quando si utilizzano memorie SD lente, ma in questo articolo vogliamo segnalare un altro potenziale problema e che, come nel primo caso, porta all’interruzione della registrazione dei filmati.

Stesso problema, due differenti motivi

L’interruzione della registrazione dei filmati può essere causata da due motivi principali. Il primo è una semplice limitazione software: molti produttori limitano il tempo di registrazione dei filmati delle fotocamere, perché oltre i 30 minuti, queste verrebbero considerate videocamere, le quali in Europa sono soggette ad una tassazione maggiore. Il tempo massimo di registrazione è solitamente impostato a 29 minuti e 59 secondi

Un altro motivo (che affligge i modelli di macchine fotografiche meno recenti) è da attribuire al file system utilizzato dalla scheda di memoria.

Possiamo anche prendere in considerazione un terzo motivo, ma questo non riguarda solamente i filmati. La scheda di memoria potrebbe essere corrotta, mal formattata, oppure presentare dei malfunzionamenti. In tal caso potrebbe risultare impossibile salvare i file (filmati e fotografie) su di essa e, peggio ancora, potrebbero essere illeggibili i file salvati in precedenza.
In questo sfortunato caso, ti rimandiamo alla nostra guida su come recuperare foto cancellate da SD.

 

Un accenno al filesystem

Le memorie SD, proprio come i dischi fissi e le altre unità di memorizzazione usano una particolare organizzazione logica dei dati chiamata filesystem che, a seconda della scelta fatta dai produttori, può avere limitazioni più o meno grandi. Questa organizzazione logica consente di suddividere i dati memorizzati in veri e propri file che possiamo utilizzare per distinguere le fotografie.

Uno dei filesystem più in voga sui supporti di memoria rimovibili è il FAT32, usato sui dischi fissi dei computer principalmente nei tardi anni ’90. Questo formato è sicuramente compatibile con la maggior parte dei computer presenti sul mercato e pertanto è stato scelto anche da molti produttori di macchine fotografiche, come ad esempio Canon, per la memorizzazione di foto e filmati sulle memorie SD. In questo modo è possibile usare tali supporti anche sui computer di ogni tipo limitando i problemi di compatibilità.

 

Un problema di dimensione massima del file

Torniamo al problema: perché nonostante l’utilizzo di memorie veloci dopo qualche minuto la registrazione del video si interrompe e sulla videocamera compare la scritta “La registrazione del filmato è stata arrestata automaticamente? Se ci fate caso il filmato viene registrato fino a quando non raggiunge la dimensione di 4 Gigabyte. Questa infatti è la dimensione massima che un file può raggiungere in un sistema FAT32, e per un filmato 1080p a 25fps significa un limite di circa 10-12 minuti.

Paradossalmente il formato FAT32 inizia ad essere un po’ limitante proprio in quei contesti amatoriali dove capita di fare riprese più lunghe, e una semplice soluzione per i produttori di fotocamere sarebbe il consentire di creare una sequenza di più file grandi 4 Gigabyte. In ambito professionale, invece, difficilmente si realizzano dei piani sequenza di 10-12 minuti (tranne forse nei casi di video podcasting) per cui il problema non si percepisce.

 

Ti è piaciuto questo articolo? Se sì, ci farebbe davvero piacere se volessi condividerlo sui social network usando i pulsanti qui sotto. Se poi non vuoi perderti nemmeno un nostro video o articolo, clicca su “Mi piace” nella nostra pagina Facebook, iscriviti al nostro canale YouTube, oppure seguici su Instagram, e Twitter! Grazie!

 

L'autore / Paolo Niccolò Giubelli

paoloniccolo.giubelli@gmail.com

Paolo Niccolò Giubelli nasce a Ferrara il 29 agosto 1983. Frequenta il liceo scientifico e poi ottiene la laurea specialistica in Ingegneria Informatica all'Università di Ferrara. Appassionato fin da piccolissimo d'informatica, nel 2006 è cofondatore dell'azienda ITestense di Ferrara, in cui da allora lavora come esperto di comunicazione sul web. Qui capisce che il ruolo dell'immagine, e quindi della fotografia, è fondamentale. Dal 2010 è cofondatore, assieme all'amico e collega Bruno Faccini, del blog "Occhio Del Fotografo". Dal 2021 si interessa di fotografia analogica.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per saperne di più, consulta la nostra Cookie Policy

Chiudi