Perché è meglio non rivendere il Canon EF-S 18-55 IS

Durante una discussione con una persona, io e Bruno abbiamo parlato del valore degli obiettivi. Le ottiche buone costano, si sa, ma al contrario di molti altri beni, hanno un vantaggio: perdono valore lentamente. Ad esempio, se si spendono 1000€ per un computer portatile, dopo un anno il suo valore sarà crollato a molto meno della metà. Un buon obiettivo, se è stato tenuto bene ovviamente, avrà mantenuto invece la maggior parte del proprio valore.

Si è poi finiti per discutere del valore economico dell’obiettivo Canon EF-S 18-55 IS che viene fornito di solito con i kit delle reflex digitali entry-level e che anche noi possediamo.

Parliamoci chiaro: il massimo che riusciremo ad ottenere dalla rivendita di quell’ottica sarà sufficiente solo per pagarci una cena al ristorante (il valore, da nuovo, è di circa 80€, 50€ se usato).

Tuttavia nessuno butta via volentieri 50€, e dopo aver acquistato fior fior di obiettivi potrebbe pensare di rivendere il 18-55, che giace probabilmente inutilizzato da mesi o addirittura da anni nell’armadio.

In realtà non è conveniente venderlo, per un motivo semplicissimo: nel caso in cui si voglia rivendere, usato, un corpo macchina, sarà molto meglio venderlo in accoppiata con il 18-55. Il valore di un corpo macchina è sicuramente più elevato, e rischiare di diminuire la probabilità di vendita, magari ad un amico che si sta avvicinando alla fotografia, per recuperare pochi euro non è una mossa intelligente.

Stiamo parlando di un obiettivo entry-level venduto con macchine entry-level, quindi è facile che si voglia poi passare ad una fascia più elevata e rivendere quella che si ha. Vendendola senza obiettivo però sarebbe di fatto inutilizzabile, anche perché l’acquirente molto probabilmente non possiede altre ottiche, se interessato a quel tipo di prodotto.

Condividi:

Autore: Paolo Niccolò Giubelli

Paolo Niccolò Giubelli nasce a Ferrara il 29 agosto 1983. Frequenta il liceo scientifico A.Roiti e poi la facoltà di ingneria informatica di Ferrara, dove si laurea nel 2007. Appassionato fin da piccolissimo all'informatica, nel 2006 è cofondatore dell'azienda ITestense di Ferrara, in cui da allora lavora nel settore internet, dove capisce che il ruolo dell'immagine, e quindi della fotografia, è fondamentale. Dal dicembre 2010 è cofondatore, assieme all'amico e collega Bruno Faccini, del blog "Occhio Del Fotografo", nato dall'idea di fondere la nostra competenza sul mondo internet con il nostro hobby preferito: la fotografia.

Condividi post su

24 Comments

  1. ottima osservazione,ma è proprio cosi’ inutilizzabile?

    Post a Reply
  2. Se ti riferisci alla macchina, sappi che una reflex senza obiettivo non può scattare fotografie visibili in quanto manca l'elemento ottico che faccia convergere l'immagine a fuoco sul sensore!

    Post a Reply
  3. Se ti riferisci alla macchina, sappi che una reflex senza obiettivo non può scattare fotografie visibili in quanto manca l’elemento ottico che faccia convergere l’immagine a fuoco sul sensore!

    Post a Reply
  4. Se ti riferisci alla macchina, sappi che una reflex senza obiettivo non può scattare fotografie visibili in quanto manca l’elemento ottico che faccia convergere l’immagine a fuoco sul sensore!

    Post a Reply
  5. Poiche' posseggo quest'obiettivo trovo giusto non rivenderlo per completare la macchina in caso di futura cessione.Invece mi riferivo all'obiettivo e a quale utilizzo puo' avere ,dato che ce lo vendono insieme al corpo macchina.E' proprio solo un gesto di cortesìa da parte della
    Canon o con un po' di buona volonta' si puo' usarlo per qualcosa di specifico?

    Post a Reply
  6. Poiche’ posseggo quest’obiettivo trovo giusto non rivenderlo per completare la macchina in caso di futura cessione.Invece mi riferivo all’obiettivo e a quale utilizzo puo’ avere ,dato che ce lo vendono insieme al corpo macchina.E’ proprio solo un gesto di cortesìa da parte della
    Canon o con un po’ di buona volonta’ si puo’ usarlo per qualcosa di specifico?

    Post a Reply
  7. Lo si può usare con soddisfazione entro i limiti del suo funzionamento, che sono un po' stretti. Ciò significa che ha un'ottica comunque molto buona, che ti consente di fare belle foto. I problemi dell'obiettivo sono solo due: range di focali limitato (specie verso l'alto) che lo rende inadatto per un corredo "mono-obiettivo" (ossia sicuramente prima o poi devi prendere qualche cosa di più lungo) e qualità costruttiva bassa, soprattutto per quanto riguarda la messa a fuoco; puoi notare infatti che la messa a fuoco manuale è difficoltosa e l'autofocus ha basse prestazioni (soprattutto è rumoroso e lento). Guarda, magari ti sembrano tante nozioni, ma c'è un modo semplicissimo per rendersi conto dei limiti: prova altri obiettivi, magari facendoteli prestare, e vedi se riesci ad esprimerti meglio con questi altri. Finché la risposta è no, allora il 18-55 va più che bene.

    Post a Reply
  8. Lo si può usare con soddisfazione entro i limiti del suo funzionamento, che sono un po’ stretti. Ciò significa che ha un’ottica comunque molto buona, che ti consente di fare belle foto. I problemi dell’obiettivo sono solo due: range di focali limitato (specie verso l’alto) che lo rende inadatto per un corredo “mono-obiettivo” (ossia sicuramente prima o poi devi prendere qualche cosa di più lungo) e qualità costruttiva bassa, soprattutto per quanto riguarda la messa a fuoco; puoi notare infatti che la messa a fuoco manuale è difficoltosa e l’autofocus ha basse prestazioni (soprattutto è rumoroso e lento). Guarda, magari ti sembrano tante nozioni, ma c’è un modo semplicissimo per rendersi conto dei limiti: prova altri obiettivi, magari facendoteli prestare, e vedi se riesci ad esprimerti meglio con questi altri. Finché la risposta è no, allora il 18-55 va più che bene.

    Post a Reply
  9. Paolo Niccolò Giubelli

    Post a Reply
  10. Ho una piccola domanda: questa mattina mi sono trovato a fare delle foto alla neve cercando di seguire i consigli rilasciati da voi.
    E mi sono accorto che con la mia canon eos 550d con obbiettivo 18/55 IS alla portata massima dell'obbiettivo guardando dalo schermo di messa a fuoco l'immagine era disturbata da tanti ''gradi'' quasi impercettibili se nn si fa caso ma scattando la foto questi ''grani'' nn si vedono mi sapete spiegare a cos'e dovuto? Grazie.

    Post a Reply
  11. Ho una piccola domanda: questa mattina mi sono trovato a fare delle foto alla neve cercando di seguire i consigli rilasciati da voi.
    E mi sono accorto che con la mia canon eos 550d con obbiettivo 18/55 IS alla portata massima dell’obbiettivo guardando dalo schermo di messa a fuoco l’immagine era disturbata da tanti ”gradi” quasi impercettibili se nn si fa caso ma scattando la foto questi ”grani” nn si vedono mi sapete spiegare a cos’e dovuto? Grazie.

    Post a Reply
  12. Ciao Alessandro, è un po' strano come fenomeno! Ma questi grani sono disposti a rombo, sono neri e sono 9? In questo caso sono i punti di messa a fuoco, dell'immagine e servono in caso tu usi la messa a fuoco automatica. Se hai notato, vicino all'oculare (dove appoggi l'occhio per inquadrare), c'è una rotellina piccolina sulla destra: quella serve per mettere più o meno a fuoco questi punti.
    Quando guardi dentro al mirino questi punti li vedi sovrapposti alla scena che stai inquadrando, e se non li hai messi a fuoco correttamente, potresti percepirli come un disturbo dell'immagine!). Imparerai che sono utilissimi!

    Post a Reply
  13. Ciao Alessandro, è un po’ strano come fenomeno! Ma questi grani sono disposti a rombo, sono neri e sono 9? In questo caso sono i punti di messa a fuoco, dell’immagine e servono in caso tu usi la messa a fuoco automatica. Se hai notato, vicino all’oculare (dove appoggi l’occhio per inquadrare), c’è una rotellina piccolina sulla destra: quella serve per mettere più o meno a fuoco questi punti.
    Quando guardi dentro al mirino questi punti li vedi sovrapposti alla scena che stai inquadrando, e se non li hai messi a fuoco correttamente, potresti percepirli come un disturbo dell’immagine!). Imparerai che sono utilissimi!

    Post a Reply
  14. nono nn intendevo i punti di messa a fuoco intendo che oltre a quelli mettendo l'obbiettivo al massimo vi sono dei disturbi come una digitalizzazzione dell immagine quasi impercettibile ma presente , cmq ho controllato anche in altre fatocamere dello stesso modello e questo fenomeno c'e in tutte inoltre cmq nn influisce sull'risultato della foto.

    Post a Reply
  15. nono nn intendevo i punti di messa a fuoco intendo che oltre a quelli mettendo l’obbiettivo al massimo vi sono dei disturbi come una digitalizzazzione dell immagine quasi impercettibile ma presente , cmq ho controllato anche in altre fatocamere dello stesso modello e questo fenomeno c’e in tutte inoltre cmq nn influisce sull’risultato della foto.

    Post a Reply
  16. un altra cosa che obbiettivo mi potete consigliare oltre al 18 55?

    Post a Reply
  17. Alessandro Bellazzecca ti possiamo solo dire questo: per quanto riguarda gli obiettivi, aspetta la prossima puntata del videocorso! 😉

    Post a Reply
  18. Alessandro Bellazzecca ti possiamo solo dire questo: per quanto riguarda gli obiettivi, aspetta la prossima puntata del videocorso! 😉

    Post a Reply

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *