Lezione 6: Il Bilanciamento del bianco – Video corso di fotografia

Nella puntata di oggi parliamo di bilanciamento del bianco, un argomento importante da conoscere per riprodurre al meglio la naturalezza dei colori della scena che stiamo per fotografare.

Nel video sono presenti 2 esercitazioni pratiche, per imparare passo passo ad utilizzare al meglio anche la modalità di bilanciamento del bianco personalizzata.

Al termine della puntata avrai acquisito nozioni fondamentali che riguardano i colori della luce presente nella scena, da conoscere per poter gestire l’impatto emotivo delle tue fotografie.
All’interno della puntata, inoltre, è presente un’anticipazione (o meglio, un indizio) su una grossa novità a cui stiamo lavorando…

Nel caso in cui alcuni termini non ti fossero chiari, puoi consultare il nostro dizionario fotografico.

Ti sei perso la puntata precedente? Guardala ora! »

Vai alla prossima puntata! »

Se ti è piaciuto questo articolo, lasciaci una recensione o un commento, per noi è fondamentale!
Grazie per il supporto!

L'autore /

faccini.bruno@gmail.com

Ferrara, classe 1983, laurea magistrale in Ingegneria dell’Informazione, creativo, suono la chitarra elettrica e adoro i videogiochi.

33 Comments

  • L'occhio del fotografo
    Febbraio 26, 2012

    Conoscere come bilanciare correttamente il bianco in una foto può esaltarne l'impatto emotivo. E' uscita la sesta puntata del corso!!

  • Robert Petell TheLocas
    Febbraio 26, 2012

    bravi ragazzi!!

  • Bruno Faccini
    Febbraio 26, 2012

    Grazie Robert!!

  • L'occhio del fotografo
    Febbraio 26, 2012

    Nel video c'è un'anticipazione su una grossa sorpresa..

  • Gianluca Donatini
    Febbraio 26, 2012

    Grandi!!!!!

  • Morgan Trevisan
    Febbraio 26, 2012

    ottimo un altro video!!!! 🙂 non vedevo l'ora… Vi ringrazio per la risposta molto chiara…infatti avevo letto l'articolo fatto da Paolo suggerito da Bruno… 😉 lo devo rileggere un po' di volte per capire (anzi studiare bene) la cosa… Comunque l'argomento di questa puntata cade proprio a pennello a proposito dell' esperienza di oggi in una gita con la mia reflex 550 D.. infatti finchè ero a casa a fare foto sperimentavo il bilanciamento del bianco in varie situazioni (luce tugsteno, luce neon ecc) ma siccome oggi ero in gita a scanso d'equivoci ho impostato in AWB… anche se ero tentato di fare in manuale anche con questo parametro visto che ora la modalita' manuale ormai è diventata una cosa fissa per me… ormai mi è difficile metter la reflex con impostazioni in automatico.. sbaglio?? d'altronde per imparare credo che la modalita' manuale sia quella adatta per il rodaggio della mia capacita' di fotografia 😛

  • Morgan Trevisan
    Febbraio 26, 2012

    comunque di nuovo molti complimenti per le vostr spiegazioni semplici ma molto efficaci…!! p.s. secondo me dovreste fare anche dei libri ovviamente acquistabili nelle cartolibrerie o comuque centri dove vendono libri… 😛

  • Rita Quatrini Vaselli
    Febbraio 27, 2012

    L'idea dei libri mi piace,in italiano non c'è molto.Conoscete il metodo di Craft&Vision?Sono piccole edizioni(sempre in inglese) a piccoli prezzi downloadabili immediatamente ,che riguardano argomenti specifici.Da noi a questo proposito c'è proprio un buco editoriale.Chissà magari voi avete la stoffa,oltre che l'occhio, ed ora anche il seguito per questo tipo di divulgazione!

  • Bruno Faccini
    Febbraio 27, 2012

    Grazie Rita e Morgan, terremo ben presenti i vostri suggerimenti.. 😉

  • Giuliana Pusceddu
    Febbraio 27, 2012

    Si, i libri vanno bene, ma credo che i video soprattutto per me che non ho ancora acquistato una reflex siano molto piú chiari e facili da capire

  • Carlo Cocuzzo
    Febbraio 27, 2012

    Davvero un ottimo lavoro!! Io presi Exposure for outdoor photography di Craft&Vision…ne sono rimasto davvero soddisfatto!!
    In ogni caso avrei una domanda sul bilanciamento del bianco: come fa la fotocamera a “capire” qual’è la temperatura colore di una scena in modalità automatica?

  • Christian Nicoli
    Febbraio 29, 2012

    Grazie ragazzi, ho iniziato i primi scatti con la D90 e qui mi rifaccio alla puntata sul tempo di scatto. Mi è stato spiegato che c'è una regoletta empirica per evitare il mosso/micromosso dello scatto a mano libera e dice che si deve usare come tempo almeno uno pari all'inverso della focale usata, poi nel caso dei sensori formato DX sarebbe in quel caso meglio tener conto delle focale equivalente 1.5 pari all'inverso della focale usata.
    In effetti senza usare questa regola il 90% degli scatti che ho provato si notava chiaramente il mosso, mentre stando vicini o sopra tale dato la foto viene perfetta. Inoltre lo stabilizzatore dell'obiettivo è un grande aiuto. Si potrebbe magari approfondire l'argomento? Credo che sia una cosa fondamentale per effettuare un buono scatto ma non la spiega nessuno! Grazie ancora per il lavoro che state facendo!!

  • Giovanni Longo
    Febbraio 29, 2012

    siete mitici grazie

  • Mattia Cacciari
    Febbraio 29, 2012

    Non appena possibile me la guardo. Tema molto interessante, un salto di livello direi.

  • John Rust Hartigan
    Febbraio 29, 2012

    ottima puntata! aspetto con ansia una puntata sull'autofocus!!!

  • Morgan Trevisan
    Marzo 3, 2012

    Ho visto che con Photoshop, fotografando in modalita Raw, è possibile scegliere il tipo di bilanciamento del bianco senza ”trafficare” con la reflex… questo per me mi è comodo se devo fotografare soggetti in molte situazioni che cambiano scene di luce repentinamente e velocemente… In quel caso posso cambiare il bilanciamento in base ai miei gusti di fotografia provando le varie modalita’ nella stessa foto direttamente nello studio.. questo pero’ mi va bene proprio in caso di massima, cioè in situazione particolare…visto che preferisco padroneggiare tutte le funzione in manuale direttamente nella reflex… domanda: ma è la stessa cosa cambiare il bilanciamento del bianco nella reflex con modalita’ L (o M o S) e modificare tramito Photoshop in modalita’ Raw? cioè come qualita’ e difinizione d’immagine è la stessa cosa? escludendo le altre funzioni di Photoshop (filtri, distorsioni ecc ecc) , tenendo solo conto la modifica del bilanciamento

  • Morgan Trevisan
    Marzo 4, 2012

    domanda.. se io scatto in Raw e poi modifico il bilanciamento del bianco (senza filtri e senza nessun tipo di effetto) con Photoshop, ottengo gli stessi risultati se fotografo in modalita' L oppure M o S (cioè in estensione JPG dalla fotocamera) impostando dalla fotocamera stessa il bilanciamento? Cioè anche come qualita' fotografica è la stessa oppure con Photoshop perde qualita'? Perchè mi è capitato di trovarmi cambi di scene repentine tipo ombra-luce sole-luce artificiale e per fotografare l'attimo non ho il tempo di cambiare direttamente da camera l'impostazione bilanciamento.. ok c'è l'opzione AWB ma se poi la foto non mi piace? grazie

  • Paolo Niccolò Giubelli
    Marzo 4, 2012

    Nei casi in cui la sorgente luminosa cambi repentinamente è "obbligatorio" usare AWB. Usando la modalità RAW, comunque, è sempre possibile modificare il bilanciamento del bianco in photoshop, SENZA ALCUNA PERDITA.

  • Morgan Trevisan
    Marzo 4, 2012

    Paolo Niccolò Giubelli Grazie mille per la risposta (fra l'altro molto veloce).. mi viene anche un altro quesito ma credo di correre un po' troppo rispetto ai passi del videocorso… cioè se conviene fotografare in modalita' Raw oppure in JPG? chiaramente con la consapevolezza che in Raw ci satnno meno foto nella SD

  • Paolo Niccolò Giubelli
    Marzo 4, 2012

    Morgan Trevisan per adesso ti dico che io scatto SEMPRE in raw, anche perché difficilmente devo tenere le centinaia di foto che comunque stanno sulla SD. Poi spiegheremo bene il perché in una delle prossime puntate! Di più non ti dico! 😉

  • Morgan Trevisan
    Marzo 4, 2012

    Paolo Niccolò Giubelli ok!!! 🙂 grazie mille!! meglio che non mi dici piu' di tanto…senno' rovino le sorprese nei videocorsi.. 😛 e poi va bene cosi perchè la cosa si fa piu' interessante 🙂 grazie mille!!! p.s. come di consueto aspetto altri vostri videocorsi con molta suspance!!

  • Paolo Forni
    Marzo 6, 2012

    bella puntata molto utile ho solo un dubbio sulla modalità custom la foto "campione" puo' essere fatta con qualsiasi tipo di luce? grazie

  • Paolo Niccolò Giubelli
    Marzo 6, 2012

    Yes! Ovviamente vale quello che abbiamo detto nella puntata: deve esserci una sola fonte di luce affinché le cose funzionino (o comunque tutte le fonti di luce devono avere la stessa temperatura di colore)

  • Paolo Niccolò Giubelli
    Marzo 9, 2012

    Carlo Cocuzzo La fotocamera cerca l'oggetto più "chiaro" della foto, e dice "questo è bianco". A quel punto riscala tutti i colori in base al bianco trovato. Ovviamente se l'oggetto è piccolo, o in realtà non è bianco, il bilanciamento non può essere preciso! Poi sicuramente ci sono altre valutazioni che fa la fotocamera, che dipendono da come è stato sviluppato il software interno, ma qui è meglio non addentrarci!

  • Paolo Niccolò Giubelli
    Marzo 9, 2012

    Christian Nicoli Nella puntata sul tempo di scatto infatti avevamo parlato di questa regoletta empirica, che sicuramente funziona. Inoltre lo stabilizzatore aiuta. Guarda la puntata sugli obiettivi (la quinta) dove spieghiamo il funzionamento dello stabilizzatore, sicuramente ti può aiutare! L'effetto mosso nasce dal fatto che più aumenti la focale, più "ingrandisci" (anche se è un temine improprio) l'immagine, e quindi si notano di più le vibrazioni della mano.

  • Domenico Bonzo Azzaro
    Marzo 18, 2012

    domanda: nel caso delle nuove lampade a basso consumo energetico, come le dobbiamo considerare,come fluorescenti?

  • Paolo Niccolò Giubelli
    Marzo 18, 2012

    No, di solito sono più vicine a quelle al tungsteno (del resto nascono proprio per sostituire quelle). La cosa positiva è che solitamente su quelle lampadine c'è scritta la temperatura di colore (es. 2700°K). Oppure è indicata in modo implicito. Ad esempio xxW/yWZ indica xx Watt, e WZ00 °K di temperatura di colore. Es. 50W/832 vuol dire 3200°K.

  • Domenico Bonzo Azzaro
    Marzo 19, 2012

    grazie, sempre precisi e puntuali nelle risposte. ancora complimenti per il corso,lo sto seguendo con grande interesse.

  • Rita Bruno
    Marzo 24, 2012

    Complimenti per la grande qualità e professionalità di questi video. Sto finalmente imparando a divertirmi con la mia canon. GRAZIE ragazzi bravissimi

  • Roberto Ausiello
    Settembre 2, 2012

    salve, complimenti ottima lezione. Ho provato a fotogrfare un foglio bianco, come avete detto nel video,la mia macchina non mette a fuoco sul bianco del foglio, come potrei fare? grazie.

  • Paolo Niccolò Giubelli
    Settembre 2, 2012

    Non importa che sia perfettamente a fuoco! Basta che sia bianco e sufficientemente grande rispetto all'inquadratura!

  • Gennaro Ferrara
    Febbraio 6, 2013

    sesta puntata

  • Mauro
    Marzo 6, 2016

    Complimenti per i video, che mi sto gustando ad uno ad uno.
    Solo una annotazione: la scala di temperatura Kelvin non prevede la dicitura “gradi” e il simbolo K non ha il pallino in alto a sinistra; invece la “solita” scala, la Celsius o centigrada, ha il pallino °C vicino al simbolo C e si legge “gradi Centigradi”.
    Percio’ abbiamo una temperatura di 3200 Kelvin , oppure un’altra di 4000 gradi centigradi.
    Questa mia e’ senz’altro una pignoleria, visto che quasi nessuno lo sa/lo fa…. e mi perdonerete per evrvelo fatto notare.
    Buon proseguimento.

Scrivi un commento