Una calda mattina di agosto squilla il cellulare:
-“Signor Faccini?”
-“Si, chi parla?”
– “E’ il Comune di Sirmione – Volevamo dirle che ha vinto un premio per il concorso fotografico cui ha partecipato ed è quindi invitato alla premiazione che si terrà giovedì 25 agosto presso …”
Incredulità e stupore.
– “Davvero? Posso sapere quale delle foto che ho spedito è stata premiata?”
– “Mi dispiace ma non possiamo dirle nulla, lo scoprirà la sera della premiazione”

Ma facciamo un passo indietro

Alla ricerca di una meta per trascorrere un tranquillo weekend primaverile, navigando sul web tra le proposte di brevi itinerari, clicco sul link del Comune di Sirmione (BS), splendida località sul Lago di Garda.
Subito, vengo attirato da una news sulla pagina principale del sito: “Premio Sirmione per la Fotografia e gli Audiovisivi Sirmione Awards 2011”. Incuriosito, mi informo meglio e scopro che questo è il secondo anno in cui viene bandito il concorso fotografico.
I temi sono diversi ed i premi interessanti.
Così, senza pensarci troppo, io e Paolo Niccolò organizziamo una gita in quel di Sirmione. Armati di tenda e macchine fotografiche, ci immergiamo nella bella cittadina alla ricerca di situazioni, luoghi, visi e sorrisi.

Veniamo a casa soddisfatti ed iniziamo a selezionare le papabili foto per il concorso. La scelta non è facile. La fotografia è arte e tecnica allo stesso tempo.
La giusta commisurazione tra questi due elementi, tuttavia, non è sufficiente a creare la foto perfetta.
C’è un chè di irrazionale nella percezione di un’immagine da parte di chi scatta e da parte di chi osserva.
Insomma, mai come nel campo della fotografia, vale il detto “non è bello ciò che è bello, ma è bello ciò che piace”. L’incognita dell’apprezzamento soggettivo è qualcosa di difficile risoluzione.
Passano le settimane dalla spedizione del materiale fotografico. Una mattina, del tutto inaspettatamente, squilla il cellulare e inizia la conversazione che ho riportato all’inizio di questo racconto.

Bruno Faccini - Concorso Fotografico Sirmione Awards 2011Inutile dire la soddisfazione provata in quel momento. Su 749 foto in concorso, la mia aveva colpito la giuria. In un certo qual modo era come aver risolto quell’incognita.

Così, ecco spiegato il motivo per cui giovedì sera, al reportage fotografico dei Buskers è stato dedicato poco tempo. Sirmione ci aspettava ed eravamo già in ritardo!

Alle spalle del palco, l’incantevole Lago di Garda ed in primo piano un proiettore su cui venivano esposte le fotografie in concorso.
Mano a mano che venivano chiamati i vincitori a ritirare il premio, l’attesa saliva.
Finalmente, il simpatico assessore dichiarava: – “.. ed il 3° premio per la Sezione Sirmione: Visi e Sorrisi” va alla fotografia intitolata….”L’innocenza sa guardare lontano”, scattata da Bruno Faccini di Ferrara. Nello stesso tempo quella foto compariva sul proiettore affinchè il numeroso pubblico potesse osservarla.
Come si dice: pochi, ma intensi attimi di gioia e soddisfazione.

Il progetto fotografico che io e Paolo Niccolò stiamo portando avanti sta dando i suoi frutti e non possiamo che esserne orgogliosi. Ci teniamo a condividere con voi questo successo e a ringraziarvi per seguirci ogni giorno.

… e non è finita qui, perché il concorso continua su Facebook, dove vincerà la foto in gara con più “mi piace”.
Inoltre, sono in palio dei premi anche per coloro che voteranno “mi piace” o lasceranno un commento sulla foto (per info, visitate il sito del Comune di Sirmione).
Quindi, se vi è piaciuta la foto, ti chiediamo un piccolo supporto.

Non costa nulla, e occorrono 20 secondi, basta seguire queste semplici istruzioni:

1) Clicca su “mi piace” in alto a destra nella pagina del Comune di Sirmione che trovi qui:

https://www.facebook.com/pages/Sirmione/159766587391846 

2) Clicca su “mi piace” sulla nostra foto in gara che trovi qui: 

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=239478259420678&set=a.239476679420836.51854.159766587391846&type=1&theater

(la foto è la n. 99. Sullo sfondo il tramonto sul lago di Garda. Una bimba, in braccio al suo papà, si protende verso il cannocchiale panoramico. Il suo volto esprime tutta la curiosità per quello strano strumento ottico)

Grazie per la collaborazione!

Se ti è piaciuto questo contenuto, condividilo o lasciaci commento, per noi è fondamentale!

Bruno Faccini

Bruno Faccini

L'autore

Ferrara, classe 1983, laurea magistrale in Ingegneria dell’Informazione, creativo, suono la chitarra elettrica e adoro i videogiochi.

4 Commenti

  1. Paolo Niccolò Giubelli

    Grande Bruno! Mi raccomando, votate su fb seguendo le indicazioni dell’articolo!

    Rispondi
  2. L'occhio del fotografo

    …ecco svelata la sorpresa “vincente”. Ma ora abbiamo bisogno di voi: votate la nostra foto in gara al concorso (LEGGERE LE ISTRUZIONI NELL’ARTICOLO, bastano 10 secondi)! Grazie

    Rispondi
  3. L'occhio del fotografo

    …ecco svelata la sorpresa "vincente". Ma ora abbiamo bisogno di voi: votate la nostra foto in gara al concorso (LEGGERE LE ISTRUZIONI NELL'ARTICOLO, bastano 10 secondi)! Grazie

    Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbero interessare