L’occhio del fotografo è l’attitudine che bisogna cercare di sviluppare per poter fare belle foto in ogni contesto. A partire da questa considerazione continuiamo con la nostra analisi fotografica commentando la fotografia “Winter Colors”, scattata lo scorso Dicembre a Ferrara.

Il concetto di questa foto nasce all’improvviso, mentre all’alba stavo tornando a casa dopo aver trascorso la notte fuori. I colori del cielo erano particolarissimi, resi ancora più affascinanti dalla coltre di neve che ammantava gli spazi verdi al di sotto delle mura della città. Al costo di tardare di 10 minuti al lavoro, ho deciso di cogliere l’attimo (del resto si sa che l’alba non si fa rincorrere a lungo) e letteralmente correre in casa a prendere la mia reflex con il mio grandangolare 8-16mm Sigma. La foto è stata scattata a mano libera con ISO 800, f/8, 1/50 sec, 8mm.

La foto è stata eseguita sulle mura di Ferrara, in p.zza Medaglie d’Oro, guardando verso via Pomposa.

Da questo punto si gode infatti di una piacevole prospettiva, completamente compresa dal grandangolo, che mostra una serie di triangoli (vedi figura) formati dalle vie stradali e dalla vegetazione.

 

Winter colors - Analisi della composizione

 

Si notano infatti sei triangoli, tutti contrapposti in una simmetria molto bilanciata, che mettono in risalto la qualità della progettazione urbanistica della zona.

Il bilanciamento del bianco è stato molto difficile, perché volevo che la fotografia trasmettesse appieno quel colore azzurro/blu creato dalla particolare situazione luminosa (scarsità di luce dovuta all’alba). Sempre per quanto riguarda il colore, poi, si nota un piacevole contrasto tra il freddo del blu e il giallo/rossastro del sole appena sorto, che però rimane nascosto ancora dall’orizzonte.

Dal punto di vista emozionale il colore è la cosa che quel mattino mi ha fatto decidere di scattare qualche foto, in quanto raramente devo dire ho visto albe così belle. Al momento di fare le foto,  inoltre, il contrasto del sole così giallo (e caldo) era apprezzabile anche dal punto di vista corporeo, dato che la giornata era comunque molto fredda, tanto che dopo pochi minuti ho avuto qualche problema ad usare le mani per scollegare l’obiettivo. Tra l’altro ricordiamo che in casi come questi, per ottenere i risultati migliori, bisognerebbe aspettare qualche minuto per consenitre alle ottiche di adattarsi completamente alla temperatura esterna, altrimenti si possono accentuare alcuni fenonemi di deterioramento dell’immagine.

 

Paolo Niccolò Giubelli

Paolo Niccolò Giubelli

L'autore

Nasce a Ferrara il 29 agosto 1983. Frequenta il liceo scientifico e poi ottiene la laurea specialistica in Ingegneria Informatica all'Università di Ferrara. Appassionato fin da piccolissimo d'informatica, nel 2006 è cofondatore dell'azienda ITestense di Ferrara, in cui da allora lavora come esperto di comunicazione sul web. Qui capisce che il ruolo dell'immagine, e quindi della fotografia, è fondamentale. Dal 2010 è cofondatore, assieme all'amico e collega Bruno Faccini, del blog "Occhio Del Fotografo". Dal 2021 si interessa di fotografia analogica.

4 Commenti

  1. Anna Leoncavallo

    Credo che, anche se il fotografo Paolo Niccolò Giubelli non avesse espresso la sua impressione su quest’alba scrivendo “raramente ho visto albe così belle”, il lettore avrebbe capito il suo punto di vista perfettamente. Per me la passione muove il mondo e voi, continuate a farlo girare! Complimenti! <3

    Rispondi
  2. Filippo Giordani

    mi trascina nella passione della fotografia …

    Rispondi
  3. Bruno Faccini

    Bella questa ax!!

    Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbero interessare

Il panning

Il panning

Domenica scorsa ero al Lido Degli Estensi, sul terrazzo di casa mia, in un...

Effetto Bokeh

Effetto Bokeh

Cos'è l'effetto bokeh? In questo breve articolo vogliamo parlare del bokeh,...