Il panning

[soundcloud]http://soundcloud.com/occhiodelfotografo/il-panning[/soundcloud]
Domenica scorsa ero al Lido Degli Estensi, sul terrazzo di casa mia, in un momento di totale relax. Il terrazzo è al primo piano, sopra una strada che in certi momenti è piuttosto trafficata.

Ad un certo punto noto alcune biciclette che passano e, avendo ovviamente portato la reflex con me, decido di ri-tentare qualche scatto con la tecnica nota come panning.

Il panning ci fa ottenere delle foto in cui abbiamo un soggetto apperentemente fermo, nitido; tutto quello che è intorno a lui risulta invece mosso e quindi sfocato.


A mio avviso il bello di questa tecnica è che trasporta l’osservatore in un sistema solidale con il soggetto, creando un effetto estremamente coinvolgente. Se ci pensiamo bene, quando noi andiamo in bicicletta e guardiamo le nostre mani o il manubrio, questi ci sembrano fermi, mentre la strada, il panorama e i passanti ci sembrano in movimento. Lo spettatore diventa dunque tutt’uno col soggetto, in un vero e proprio scambio di ruoli.

Come si ottiene il panning? E’ sufficiente posizionarsi parallelamente alla traiettoria del soggetto (cioé ad esempio ci possiamo posizionare sul ciglio di un tratto dritto di strada) e quando quest’ultimo è centrato nell’obiettivo premiamo il pulsante di scatto mentre ruotiamo la fotocamera, “seguendo” il movimento del soggetto nel modo più preciso possibile.

Ovviamente il fattore critico è il tempo di scatto, che deve essere relazionato alla velocità del soggetto (più il soggetto è veloce, più è breve il tempo di scatto) altrimenti si rischia di ottenere solo macchie sfocate. Ad esempio, nella fotografia che vedete sopra, dove ho inquadrato una ragazza in bicicletta, ho scattato con un tempo pari a 1/25.

Come vedete in teoria è piuttosto semplice, ma nella pratica dovrete fare un bel po’ di scatti per ottenere un buon risultato. Ebbene sì, la fortuna non è un fattore trascurabile!

Già qualche mese fa, in una sessione serale di fotografia, avevo provato a fare panning usando un treppiede ed un grandangolare, ma il risultato è stato pessimo. Colpa del grandangolare, probabilmente, che probabilmente non è adatto a questa tecnica. Ma sicuramente è anche colpa di una esposizione troppo lunga, necessaria di notte, che crea sicuramente piacevoli effetti di luce, ma nulla a che fare con il panning.

Per questi motivi vi consiglio quanto meno di iniziare con focali normali o tele (diciamo fino a 70mm) in condizioni di buona luminosità e sfruttando soggetti che si muovono non troppo velocemente. Non bisogna comunque esagerare con i tempi di scatto, impostandoli su valori eccessivamente lunghi; se ci pensiamo bene quello che veramente darà lo sfocato sarà il nostro movimento e non il tempo di esposizione.

Altro piccolo consiglio: mantenete sgombro lo spazio tra voi e il soggetto, evitando che ci siano frapposti alberi o altri elementi di disturbo, che non contrbuirebbero di certo alla qualità della composizione.

Ti è piaciuto questo articolo? Se sì ci farebbe davvero piacere se volessi condividerlo sui social network usando i pulsanti qui sotto e se cliccassi sul tasto G+ al fine di renderlo più  accessibile sui motori di ricerca. Se poi non vuoi perderti nemmeno un nostro video o articolo, clicca su “Mi piace” nella nostra pagina Facebook, seguici su Twitter e abbonati gratuitamente al nostro feed RSS! Grazie!

Author: Paolo Niccolò Giubelli

Paolo Niccolò Giubelli nasce a Ferrara il 29 agosto 1983. Frequenta il liceo scientifico A.Roiti e poi la facoltà di ingneria informatica di Ferrara, dove si laurea nel 2007.
Appassionato fin da piccolissimo all’informatica, nel 2006 è cofondatore dell’azienda ITestense di Ferrara, in cui da allora lavora nel settore internet, dove capisce che il ruolo dell’immagine, e quindi della fotografia, è fondamentale.
Dal dicembre 2010 è cofondatore, assieme all’amico e collega Bruno Faccini, del blog “Occhio Del Fotografo”, nato dall’idea di fondere la nostra competenza sul mondo internet con il nostro hobby preferito: la fotografia.

Share This Post On

34 Comments

  1. Bella l'idea di vedere il panning come modo per entrare nel mondo che vede il soggetto in movimento!

    Post a Reply
  2. Una tecnica molto bella e particolare, concordo con l'idea di Bruno, azzeccatissima !!

    Post a Reply
  3. Sarei veramente curioso di vedere l'effetto di un panning effettuato lungo la stessa traiettoria del soggetto. In fondo è quello che si fa nel cinema con una steadycam o con un carrello. E' necessaria una grande preparazione però!

    Post a Reply
  4. Macché preparazione…. prendi una bicicletta e un amico. lui guida e tu stai seduto sul portapacchi al contrario e fotografi il soggetto che ti segue. Viceversa, se il soggetto ti precede, stai sul cannone 😛

    Post a Reply
  5. Bel consiglio Giacomo Gamberoni, ci pensavo nei giorni scorsi!! Paolo Niccolò Giubelli quando torni lo facciamo senza dubbio!!

    Post a Reply
  6. Tecnica molto difficile ma di grande impatto. Vi piace il panning?

    Post a Reply
  7. Bella l’idea di vedere il panning come modo per entrare nel mondo che vede il soggetto in movimento!

    Post a Reply
  8. Una tecnica molto bella e particolare, concordo con l’idea di Bruno, azzeccatissima !!

    Post a Reply
  9. Grazie Gianfranco! Tu hai avuto modo di provare qualche scatto?

    Post a Reply
  10. Sarei veramente curioso di vedere l’effetto di un panning effettuato lungo la stessa traiettoria del soggetto. In fondo è quello che si fa nel cinema con una steadycam o con un carrello. E’ necessaria una grande preparazione però!

    Post a Reply
  11. Macché preparazione…. prendi una bicicletta e un amico. lui guida e tu stai seduto sul portapacchi al contrario e fotografi il soggetto che ti segue. Viceversa, se il soggetto ti precede, stai sul cannone 😛

    Post a Reply
  12. Vedo almeno 2-3 pericoli in quello che dici! 😀

    Post a Reply
  13. Bel consiglio @[790450315:2048:Giacomo Gamberoni], ci pensavo nei giorni scorsi!! @[762447269:2048:Paolo Niccolò Giubelli] quando torni lo facciamo senza dubbio!!

    Post a Reply
  14. Uhm, chi ha una bici con portapacchi? La mia me l’hanno rubata qualche mese fa! 🙁

    Post a Reply
  15. E fantastico, ci stò provando è vero non è così facile ma è solo questione di esercitazione. Siete fantastici grazie

    Post a Reply
  16. E fantastico, ci stò provando è vero non è così facile ma è solo questione di esercitazione. Siete fantastici grazie

    Post a Reply
  17. L’ha rubata bruno!? Raga siete grandi!!! Mi state aprendo un nuovo mondo

    Post a Reply
  18. In questo caso dopo aver messo a fuoco la ragazza hai usato il blocco della messa a fuoco?

    Post a Reply
  19. In questo caso dopo aver messo a fuoco la ragazza hai usato il blocco della messa a fuoco?

    Post a Reply
  20. No, ho usato il fuoco manuale. Tieni conto che se sei appostato ti basta mettere a fuoco bene a quella distanza e poi non te ne preoccupi più!

    Post a Reply
  21. No, ho usato il fuoco manuale. Tieni conto che se sei appostato ti basta mettere a fuoco bene a quella distanza e poi non te ne preoccupi più!

    Post a Reply
  22. ciao ragazzi naturalmente sconosco il mondo della fotografia ho appena comprato una reflex e ho seguito il vostro corso molto interessante…questa tenica e' fantastica ricordo nel cartone animato mila e sciro il papa' di mala fa una foto del genere ad un treno che passa su un ponte…..ahahah ricordi d'infanzia… panning bella tecnica!!! ah dimenticavo GRAZIE!!!!!

    Post a Reply
  23. ciao ragazzi naturalmente sconosco il mondo della fotografia ho appena comprato una reflex e ho seguito il vostro corso molto interessante…questa tenica e’ fantastica ricordo nel cartone animato mila e sciro il papa’ di mala fa una foto del genere ad un treno che passa su un ponte…..ahahah ricordi d’infanzia… panning bella tecnica!!! ah dimenticavo GRAZIE!!!!!

    Post a Reply
  24. mi piace il panning,non l'ho mai sperimentato ma grazie a questi importanti spunti credo che ci provero'.un grazie va a Niccolò Giubelli per i suoi pratici e utili insegnamenti

    Post a Reply
  25. mi piace il panning,non l’ho mai sperimentato ma grazie a questi importanti spunti credo che ci provero’.un grazie va a Niccolò Giubelli per i suoi pratici e utili insegnamenti

    Post a Reply
  26. Bellissima tecnica ci proverò sicuramente, ma come ci si comporta con la messa a fuoco?
    Mettiamo modalità AI SERVO con punto di messa a fuoco decentrato?

    Post a Reply

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Cookies Per far funzionare bene questo sito, a volte installiamo sul tuo dispositivo dei piccoli file di dati che si chiamano "cookies". Anche la maggior parte dei grandi siti fanno lo stesso. Cosa sono i cookies? Un cookie è un piccolo file di testo che i siti salvano sul tuo computer o dispositivo mobile mentre li visiti. Grazie ai cookies il sito ricorda le tue azioni e preferenze (per es. login, lingua, dimensioni dei caratteri e altre impostazioni di visualizzazione) in modo che tu non debba reinserirle quando torni sul sito o navighi da una pagina all'altra. Come utilizziamo i cookies? Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo. Come controllare i cookies? Puoi controllare e/o verificare i cookies come vuoi – per saperne di più, vai su aboutcookies.org. Puoi cancellare i cookies già presenti nel computer e impostare quasi tutti i browser in modo da bloccarne l'installazione. Se scegli questa opzione, dovrai però modificare manualmente alcune preferenze ogni volta che visiti il sito ed è possibile che alcuni servizi o determinate funzioni non siano disponibili.

Chiudi