Il Bokeh



In questo breve articolo vogliamo parlare del bokeh, nome giapponese che indica la sfocatura ben nota a chi si occupa di fotografia.

Non è niente di complesso, e in realtà è una delle prime cose che si impara a realizzare quando si acquista la prima reflex, sebbene sia possibile ottenerlo anche con le macchine compatte se usate a dovere.

Il bokeh altro non è che una sfocatura controllata dell’immagine che vogliamo fissare sul sensore e può servire per due scopi: guidare l’occhio dello spettatore aiutandolo a concentrarsi esclusivamente sul soggetto (o addirittura solo su una parte di esso) oppure, più artisticamente, rendere “magici” i punti di luce, trasformando piccoli raggi luminosi in bolle.

Il bokeh si ottiene mettendo a fuoco il soggetto che ci interessa e aprendo il più possibile il diaframma. Per modulare l’effetto si può giocare poi con le distanze, che come abbiamo visto, influenzano la profondità di campo, assicurandoci che la distanza tra noi e il soggetto in primo piano sia molto ridotta rispetto a quella tra noi e lo sfondo. Con le macchine fotografiche compatte, soprattutto se non di alta qualità, questo spesso è l’unico stratagemma, in quanto si è molto limitati con il controllo del diaframma.

Nella foto qui sopra abbiamo un esempio di bokeh che evidenzia una parte del soggetto, e in particolare una crepa di un mattone. In una foto pubblicata di recente su questo blog invece abbiamo appunto l’enfatizzazione del soggetto e dei punti di luce.

Se trovi questo articolo interessante, condividilo usando i tasti qui sotto, e resta aggiornato iscrivendoti al nostro feed, seguendoci su Facebook e su Twitter!

 

Author: Paolo Niccolò Giubelli

Paolo Niccolò Giubelli nasce a Ferrara il 29 agosto 1983. Frequenta il liceo scientifico A.Roiti e poi la facoltà di ingneria informatica di Ferrara, dove si laurea nel 2007. Appassionato fin da piccolissimo all'informatica, nel 2006 è cofondatore dell'azienda ITestense di Ferrara, in cui da allora lavora nel settore internet, dove capisce che il ruolo dell'immagine, e quindi della fotografia, è fondamentale. Dal dicembre 2010 è cofondatore, assieme all'amico e collega Bruno Faccini, del blog "Occhio Del Fotografo", nato dall'idea di fondere la nostra competenza sul mondo internet con il nostro hobby preferito: la fotografia.

Share This Post On

16 Comments

  1. Ciao Paolo, vi segui già da un pò e vi ringrazio per tutto quello che mi state insegnando. In merito alla foto del muro con effetto bokeh, posso sapere con quale obbiettivo e parametri è stata scattata? Grazie

    Post a Reply
  2. Ciao Paolo, vi segui già da un pò e vi ringrazio per tutto quello che mi state insegnando. In merito alla foto del muro con effetto bokeh, posso sapere con quale obbiettivo e parametri è stata scattata? Grazie

    Post a Reply
  3. Un vecchio Pentax 50mm f/1.4 degli anni ’70 con adattatore per sistema EOS!

    Post a Reply
  4. Pensi che con il mio 18-105 nikkor possa riusciti? Grazie per la risposta cmq.

    Post a Reply
  5. Ciao ragazzi, complimenti per le vostre video lezioni. Sono interessata alla tecnica bokeh ma non sono riuscita a fare foto decenti malgrado tante prove…perché non fate un video sul tema? Grazie

    Post a Reply
  6. Ciao ragazzi, complimenti per le vostre video lezioni. Sono interessata alla tecnica bokeh ma non sono riuscita a fare foto decenti malgrado tante prove…perché non fate un video sul tema? Grazie

    Post a Reply
  7. E' tutta una questione di diaframma e di distanza di messa a fuoco! Riguarda la puntata sulla profondità di campo e lì trovi tutto quello che serve!

    Post a Reply
  8. Antonio Lorusso dipende dall’apertura massima del diaframma! Il mio è appunto un f/1.4.

    Post a Reply
  9. E’ tutta una questione di diaframma e di distanza di messa a fuoco! Riguarda la puntata sulla profondità di campo e lì trovi tutto quello che serve!

    Post a Reply
  10. Quindi con il mio 18-105 f3.4/5.6 me lo scordo giusto? Grazie

    Post a Reply
  11. Devi andare ad f/3.4 e vedere che cosa ottieni stando il più vicino possibile 😉 !

    Post a Reply

Trackbacks/Pingbacks

  1. upnews.it - La tecnica dello sfocato: il Bokeh. Ecco come farlo al meglio.... In questo articolo parleremo della tecnica chiamata Bokeh,…

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Cookies Per far funzionare bene questo sito, a volte installiamo sul tuo dispositivo dei piccoli file di dati che si chiamano "cookies". Anche la maggior parte dei grandi siti fanno lo stesso. Cosa sono i cookies? Un cookie è un piccolo file di testo che i siti salvano sul tuo computer o dispositivo mobile mentre li visiti. Grazie ai cookies il sito ricorda le tue azioni e preferenze (per es. login, lingua, dimensioni dei caratteri e altre impostazioni di visualizzazione) in modo che tu non debba reinserirle quando torni sul sito o navighi da una pagina all'altra. Come utilizziamo i cookies? Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo. Come controllare i cookies? Puoi controllare e/o verificare i cookies come vuoi – per saperne di più, vai su aboutcookies.org. Puoi cancellare i cookies già presenti nel computer e impostare quasi tutti i browser in modo da bloccarne l'installazione. Se scegli questa opzione, dovrai però modificare manualmente alcune preferenze ogni volta che visiti il sito ed è possibile che alcuni servizi o determinate funzioni non siano disponibili.

Chiudi

Altro... Teoria
Una foto di sera
Una foto di sera

Questa fotografia è stata scattata qualche mese fa mentre tornavo dal lavoro. Erano circa le sette di sera di un venerdì, subito prima del weekend e le automobili sfrecciavano con sopra i loro conducenti pronti a concedersi un paio di giorni di relax.

Chiudi