Effetto Fisheye con GIMP

Questo piccolo articolo è dedicato a chi utilizza GIMP e magari sta valutando l’acquisto di un obiettivo fisheye.

La caratteristica principale di questi obiettivi è quello di essere di fatto degli ultragrandangolari distorcenti, che creano un’immagine che piega l’orizzonte gonfiando a dismisura quello che si trova al centro dell’immagine.

Personalmente, anche se mi riservo di poter cambiare idea ;-), non credo che comprerò mai un obiettivo di questo tipo. Tuttavia perché non provare ad ottenere la stessa cosa al computer?

Per questo tutorial usiamo GIMP, un software open source gratis di disegno e fotoritocco (che si scarica qui).

Per prima cosa apriamo l’immagine, in questo esempio ne abbiamo scaricata una gratuita da internet, e poi clicchiamo su Filtri, Distorsioni, Applica lente.

Possiamo scegliere se mantenere come sfondo l’immagine originale o sostituirlo col colore di sfondo (se abbiamo scelto il nero emuliamo di fatto l’effetto di un fisheye circolare). Si può fissare un indice di rifrazione che più è elevato più deforma l’immagine. Se invece viene impostato a 1 non si ha distorsione. In questo caso usiamo un indice pari a 1,30.

L’effetto che si ottiene è questo:

Se si guarda bene, tuttavia, la qualità dell’immagine risulta decisamente bassa. Questo è il motivo per cui per ottenere un effetto professionale bisogna ricorrere all’acquisto di un’ottica dedicata. Infatti quello che il computer può fare, sono solo calcoli su un’immagine già digitalizzata, cosa ben diversa dal catturare un’immagine proveniente da un obiettivo che esegue la distorsione tramite apposite lenti.

Ti è piaciuto questo articolo? Se sì ci farebbe davvero piacere se volessi condividerlo sui social network usando i pulsanti qui sotto e se cliccassi sul tasto G+ al fine di renderlo più  accessibile sui motori di ricerca. Se poi non vuoi perderti nemmeno un nostro video o articolo, clicca su “Mi piace” nella nostra pagina Facebook, seguici su Twitter e abbonati gratuitamente al nostro feed RSS! Grazie!

Author: Paolo Niccolò Giubelli

Paolo Niccolò Giubelli nasce a Ferrara il 29 agosto 1983. Frequenta il liceo scientifico A.Roiti e poi la facoltà di ingneria informatica di Ferrara, dove si laurea nel 2007. Appassionato fin da piccolissimo all'informatica, nel 2006 è cofondatore dell'azienda ITestense di Ferrara, in cui da allora lavora nel settore internet, dove capisce che il ruolo dell'immagine, e quindi della fotografia, è fondamentale. Dal dicembre 2010 è cofondatore, assieme all'amico e collega Bruno Faccini, del blog "Occhio Del Fotografo", nato dall'idea di fondere la nostra competenza sul mondo internet con il nostro hobby preferito: la fotografia.

Share This Post On

14 Comments

  1. Voglia di un fisheye? 😀

    Post a Reply
  2. ciao senti volevo chiederti che prezzi anno questi obbiettivi.grazie

    Post a Reply
  3. Devi chiedere ad un negoziante. Come al solito puoi trovare di tutto, da poche centinaia di euro a più di 1000! 😀

    Post a Reply
  4. se nn ti apre il link questo e il nome dell'articolo su ebay!!!

    SAMYANG FISHEYE 8 MM F3.5 PER CANON 1100D 1000D 600D 550D 500D 450D 400D 350D ..

    Post a Reply
  5. se nn ti apre il link questo e il nome dell’articolo su ebay!!!

    SAMYANG FISHEYE 8 MM F3.5 PER CANON 1100D 1000D 600D 550D 500D 450D 400D 350D ..

    Post a Reply
  6. ciao, io ho fatto una foto simile e ho provato a creare lo stesso effetto ma il risultato viene molto sgranato, con fasce di colori anomali 😀 sapresti dirmi come mai? grazie!

    Post a Reply
  7. ciao, io ho fatto una foto simile e ho provato a creare lo stesso effetto ma il risultato viene molto sgranato, con fasce di colori anomali 😀 sapresti dirmi come mai? grazie!

    Post a Reply
  8. Hai usato 1.30 come parametro o sei andato molto oltre? La foto è di buona qualità? Oppure magari hai usato un JPEG molto compresso? Oppure avevi scattato la foto con ISO alti?

    Post a Reply
  9. Hai usato 1.30 come parametro o sei andato molto oltre? La foto è di buona qualità? Oppure magari hai usato un JPEG molto compresso? Oppure avevi scattato la foto con ISO alti?

    Post a Reply

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Cookies Per far funzionare bene questo sito, a volte installiamo sul tuo dispositivo dei piccoli file di dati che si chiamano "cookies". Anche la maggior parte dei grandi siti fanno lo stesso. Cosa sono i cookies? Un cookie è un piccolo file di testo che i siti salvano sul tuo computer o dispositivo mobile mentre li visiti. Grazie ai cookies il sito ricorda le tue azioni e preferenze (per es. login, lingua, dimensioni dei caratteri e altre impostazioni di visualizzazione) in modo che tu non debba reinserirle quando torni sul sito o navighi da una pagina all'altra. Come utilizziamo i cookies? Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo. Come controllare i cookies? Puoi controllare e/o verificare i cookies come vuoi – per saperne di più, vai su aboutcookies.org. Puoi cancellare i cookies già presenti nel computer e impostare quasi tutti i browser in modo da bloccarne l'installazione. Se scegli questa opzione, dovrai però modificare manualmente alcune preferenze ogni volta che visiti il sito ed è possibile che alcuni servizi o determinate funzioni non siano disponibili.

Chiudi

Altro... Postproduzione
Istogramma di una fotografia
Consigli pratici: l’istogramma per valutare la correttezza dell’esposizione

Con questo articolo ha inizio una serie di approfondimenti su alcuni argomenti legati alla fotografia, per permettervi di sfruttare al meglio alcuni strumenti che le moderne fotocamere reflex digitali mettono a nostra disposizione. Oggi inizieremo con l'istogramma.

Chiudi