Consigli sulla fotografia sportiva di pallavolo

final-fourIl Pala Carife di Ferrara è pieno di persone e e l’atmosfera è quella delle migliori feste.
Gli atleti stanno per terminare la fase di riscaldamento e il torneo Final Four Wolf House Cup di Coppa Italia di serie B2 di pallavolo maschile sta per cominciare.

La splendida tifoseria degli Amici del Volley “armata fino ai denti” di megafoni, bandiere amaranto, tamburi e coriandoli, è pronta per sostenere la KA Group Carife Volley, al massimo, come sempre.

Il pubblico in piedi e i giocatori con lo sguardo fiero e rivolto verso gli spalti, intonano l’inno d’Italia, ma al fischio d’inizio dell’arbitro, cala il silenzio.
La tensione e l’attesa sono palpabili e i volti degli atleti esprimono tutta la concentrazione e la voglia di vittoria.

4 squadre, un solo vincitore: questo lo slogan dell’evento per il quale noi dell’Occhio del Fotografo abbiamo realizzato un trailer promozionale che potete trovare qui sotto.

In qualità di fotografi ufficiali della squadra ferrarese, abbiamo seguito l’intero evento e vogliamo così condividere con voi una selezione delle immagini scattate con i dati di scatto, molto utili per capire al meglio i concetti che avete imparato con il nostro videocorso di fotografia e alcune “dritte” su come impostare la reflex.

Anzitutto, per realizzare un’ottima fotografia sportiva è molto importante conoscere le regole del gioco al fine di riuscire a prevedere quello che sta per succedere in campo e catturare così l’azione, lo schema ed i momenti salienti della partita.
Il tempismo è fondamentale.

Personalmente uso di rado lo scatto a raffica, credo più nella ricerca del momento perfetto.
Inoltre, scatto utilizzando il formato raw, ISO auto e modalità priorità tempi (Tv su Canon), con tempi di scatto pari a circa 1/200s per i primi piani, 1/400s per le scene d’azione, messa a fuoco automatica (AI Servo).
Il range di focali che uso prevalentemente è il 70-200mm (su Full Frame, ma va bene anche un pò di zoom in più se avete un sensore APS-C).
Lo stabilizzatore in questi casi non serve, in quanto i tempi di scatto sono molto rapidi.

Se vi trovate in palestre poco illuminate, consiglio di usare la modalità manuale, facendo alcune prove di esposizione con tempi di scatto non inferiori a 1/320s per le scene d’azione, cercando di tenere al minimo il valore della sensibilità ISO: piuttosto che avere ISO troppo alti, è meglio avere dei file raw sottoesposti anche di uno stop (se non vi ricordate cos’è uno stop, la puntata in cui ne parliamo è quella sull’esposizione), e correggere l’esposizione nella fase di sviluppo dell’immagine (ne abbiamo parlato nella puntata sul fotoritocco).

Fotografare il volley è una sfida con se stessi: occorre padroneggiare perfettamente la tecnica di base e conoscere a fondo la propria fotocamera; gli occhi e la mente devono essere più rapidi di quello che succede in campo.

L’attimo dopo… è già troppo tardi.

Vi è già capitato di fotografare in situazioni simili?

Ti è piaciuto questo articolo? Se sì ci farebbe davvero piacere se volessi condividerlo sui social network usando i pulsanti qui sotto e se celiassi sul tasto G+ al fine di renderlo più  accessibile sui motori di ricerca. Se poi non vuoi perderti nemmeno un nostro video o articolo, clicca su “Mi piace” nella nostra pagina Facebook, seguici su Twitter e abbonati gratuitamente al nostro feed RSS! Grazie!

Bruno Faccini

Author: Bruno Faccini

Vivo a Ferrara e mi occupo prevalentemente di tecniche di comunicazione orientate al web, con particolare attenzione agli aspetti che coinvolgono visual marketing e storytelling. Dal 2006 sono socio co-fondatore di ITestense, società di servizi per aziende. Nel 2008 ho conseguito una Laurea Magistrale in Ingegneria dell’Informazione e continuato con particolare attenzione per l’utilizzo di mezzi visuali. Da sempre appassionato alle arti creative, nel 2011 ho dato vita insieme a Paolo Niccolo Giubelli all’entusiasmante progetto Occhio del Fotografo, con cui abbiamo raggiunto il traguardo del podcast più visto su iTunes Italia. Profilo Linkedin

Share This Post On

17 Comments

  1. La fotografia sportiva… una splendida sfida per mettere alla prova il proprio tempismo e la propria capacità di "leggere" il gioco.. nell'articolo troverete tanti spunti utili e, soprattutto, tutti i dati di scatto delle immagini! Avete mai provato a scattare ad eventi sportivi indoor? Diteci la vostra!

    Post a Reply
  2. La fotografia sportiva… una splendida sfida per mettere alla prova il proprio tempismo e la propria capacità di “leggere” il gioco.. nell’articolo troverete tanti spunti utili e, soprattutto, tutti i dati di scatto delle immagini! Avete mai provato a scattare ad eventi sportivi indoor? Diteci la vostra!

    Post a Reply
  3. A me è capitato proprio ieri con la mia nuova Canon EOS600D di dover fotografare una partita di TennisTavolo in una palestra poco illuminata! E' stato un delirio, con fotografie tutte sottoesposte '-.-
    Sfortunatamente l'unico obiettivo a disposizione per ora è il classico 18-55…

    Post a Reply
  4. A me è capitato proprio ieri con la mia nuova Canon EOS600D di dover fotografare una partita di TennisTavolo in una palestra poco illuminata! E’ stato un delirio, con fotografie tutte sottoesposte ‘-.-
    Sfortunatamente l’unico obiettivo a disposizione per ora è il classico 18-55…

    Post a Reply
  5. Ciao Daniele non sono un fotografo e non ho una reflex, ma ti posso consigliare che mi sembra strana come cosa.. Hai provato ad alzare iso, no?
    Cmq credo sia leggermente meglio scattare in sottoesposizione e poi recuperare in post produzione.
    Fammi sapere 🙂

    Post a Reply
  6. Ciao Daniele non sono un fotografo e non ho una reflex, ma ti posso consigliare che mi sembra strana come cosa.. Hai provato ad alzare iso, no?
    Cmq credo sia leggermente meglio scattare in sottoesposizione e poi recuperare in post produzione.
    Fammi sapere 🙂

    Post a Reply
  7. ho provato a tenere l'iso a 3200 con apertura massima di diaframma… tutte sottoesposte causa anche la scarsa illuminazione della palestra… sisi la prossima volta salverò in raw e proverò a recuperare in postproduzione =)

    Post a Reply
  8. ho provato a tenere l’iso a 3200 con apertura massima di diaframma… tutte sottoesposte causa anche la scarsa illuminazione della palestra… sisi la prossima volta salverò in raw e proverò a recuperare in postproduzione =)

    Post a Reply
  9. Benissimo nn vedo l’ora di leggerlo

    Post a Reply
  10. A me viene spesso sfuocata la palla. Come posso correggere questo difetto?

    Post a Reply
  11. Buonasera, personalmente non concordo con l'affermazione di sottoesporre la scena per tenere i valori Iso bassi e riequilibrare l'esposizione in post produzione in quanto, per mia esperienza, recuperando le ombre in post produzione crea più rumore che esporre correttamente aumentando la sensibilità iso. Gradirei se possibile un chiarimento in merito. La ringrazio, cordiali saluti. Simone

    Post a Reply
  12. Buonasera, personalmente non concordo con l’affermazione di sottoesporre la scena per tenere i valori Iso bassi e riequilibrare l’esposizione in post produzione in quanto, per mia esperienza, recuperando le ombre in post produzione crea più rumore che esporre correttamente aumentando la sensibilità iso. Gradirei se possibile un chiarimento in merito. La ringrazio, cordiali saluti. Simone

    Post a Reply
  13. La sorella di mia moglie gioca a pallavolo, ora hanno uno sponsor (un banco del pesce). Ora con divise nuove e sponsor vorrebbero qualche foto che non siano fatte da smartphone e l unico che conoscono con una reflex sono io (D750) ma io ho solo lenti fisse: 28,35,50,85,105 e 300.
    Io non ho mai giocato a pallavolo e conosco poco le regole, ma conosco un di piu le regole in fotografia e penso che con lenti fisse sono fregato, perchè posso fare foto dalla panchina e il 300 lo eliminiamo, ho pensato con 105 (micro tra l altro) o 85 o 50 ma non saprei.
    Sono piu tentato di lasciar perdere, ma chiedo se qualcuno può darmi un consiglio tipo compra un 24-70 e il 70-200 Ma non ho piu soldi

    Post a Reply
  14. Dagli esempi di foto è evidente che i tempi di scatto erano alquanto bassi. La palla sembra la cometa di Halley

    Post a Reply
  15. Dagli esempi di foto è evidente che i tempi di scatto erano alquanto bassi. La palla sembra la cometa di Halley

    Post a Reply

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Cookies Per far funzionare bene questo sito, a volte installiamo sul tuo dispositivo dei piccoli file di dati che si chiamano "cookies". Anche la maggior parte dei grandi siti fanno lo stesso. Cosa sono i cookies? Un cookie è un piccolo file di testo che i siti salvano sul tuo computer o dispositivo mobile mentre li visiti. Grazie ai cookies il sito ricorda le tue azioni e preferenze (per es. login, lingua, dimensioni dei caratteri e altre impostazioni di visualizzazione) in modo che tu non debba reinserirle quando torni sul sito o navighi da una pagina all'altra. Come utilizziamo i cookies? Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo. Come controllare i cookies? Puoi controllare e/o verificare i cookies come vuoi – per saperne di più, vai su aboutcookies.org. Puoi cancellare i cookies già presenti nel computer e impostare quasi tutti i browser in modo da bloccarne l'installazione. Se scegli questa opzione, dovrai però modificare manualmente alcune preferenze ogni volta che visiti il sito ed è possibile che alcuni servizi o determinate funzioni non siano disponibili.

Chiudi

Altro... Spunti fotografici
Come fotografare i fuochi d’artificio

Le occasioni durante l'anno per poter assistere a spettacoli pirotecnici non sono tantissime. Per questo, bisogna essere pronti e preparati a catturare queste esplosioni colorate. Innanzitutto, sapere che tipo di attrezzatura fotografica portare con sé e quali parametri impostare sulla nostra reflex può fare la differenza, in quanto i fuochi...

Chiudi